Antica Barberia delle Colonne

Antica Barberia delle Colonne

5 gennaio 2017 Antica Barberia delle Colonne. Milano.

Barberia delle colonne
Barberia delle colonne

Milan l’è un gran Milan! Milano è per noi che viviamo in provincia un giro che si fa ogni tanto, con gli occhi che luccicano, perché Milano è la città! E allora si va a fare un giro per le vie, respirando quello smog che ci affascina e disgusta, ricercando l’Eldorado nelle vetrine. E per i romantici nostalgici del tempo che fu, qualche angolo antico, col sapore della “via Gluck” o delle “latterie” di un tempo. Vagando può capitare che lo sguardo cada su di un vecchio Barber Pole, e allora il cuore batte e ci si avvicina incuriositi.

 

Il salone ha davvero un sapore antico. Sbircio dalla vetrina. Dentro, una seduta e l’altra in piedi, due persone dal fare simpatico e bonario. Apro la porta, e l’accoglienza è familiare. Calorosa. L’arredamento è molto vintage, di quelli che piacciono a me. Di quelli che vedi solo nei vecchi film (purtroppo), che ti immergono nel mondo nel quale sei entrato, non puoi essere altro che lì, dal barbiere!

2017.01.05 Panno caldo profumato
Perfumed warm towel

 

Mi accomodo sulla poltrona, invitato dall’affabile proprietario, mentre il barbiere che mi raserà inizia a preparare tutto il nécessaire.

Crema pre rasatura, di quelle più classiche. Panno caldo. Sapone alla mandorla (di antica tradizione italiana) indubbiamente spennellato con l’Omega 48. La mano sapiente e leggera accompagna il rasoio sul mio viso. Pelo e contropelo. Panno caldo e profumato (tradizione della casa). Massaggio al viso . Aggiustata ai baffi e per finire il Floid.

Un’ispirazione esserci entrato. La buona rasatura, l’ambiente familiare e non ultimo il calendarietto in dono che fa parte della più remota tradizione delle barberie italiane di un tempo, quello con le donnine. Da millenni non ne vedevo uno, anche perché i saloni negli anni, via via si son trasformati, perdendo quel sapore che avevano un tempo. Momenti di relax, che si trasformano in piacere e inevitabilmente in ricordo indelebile.

Farinik

2017.01.05 Orazio io e Sergio
Mister Orazio, me and Sergio

 

5th January 2017 Antica Barberia delle Colonne. Milan.

“Milan l’è un gran Milan!” (Milan is a great Milan is a local saying meaning that Milan is a “great” city). For those of us who lives in small towns, visiting Milan is a tour you do now and again, with shining eyes, because Milan is the big city! So you take a walk around the streets, breathing the smog which charms and disgusts you at the same time, looking for the Eldorado in the storefronts. And for the  romantic ones which are nostalgic to the days of yore, some ancient corner, that reminds you of old songs and ancient inns, wandering it can occur that your eyes meet an old Barber Pole and then your heart beats and you approach it full of curiosity.

The parlor has a really ancient taste. I peep through the window. Inside, one sitting and the other standing, there are two nice and good-natured looking persons. I open the door and the welcoming is warm, familiar. Its furnishing is really vintage, as the ones I like. Those you (unfortunately) just see in old movies, that make you dive in the world you’ve entered, and you cannot be elsewhere, just at the barbershop!

I sit down in a chair, after the amiable owner invited me, while the barber, who is going to shave me, prepares all the required stuff.

The most classic shaving soap. Warm towel. Sweet almond soap (from the ancient Italian tradition) clearly brushed with an “Omega 48”. His light skillful hand drives the blade on my face. Hair and agaist the grain.  Warm and scented towel (house tradition). Facial massage. Trim of the mustaches and finally “Floid”.

Entering there was an inspiration. The good shaving, the family environment and not the least the gift of a little calendar, that is part of ancient Italian barbershops’ tradition, the one with pin-ups on. For eons I didn’t see one, also because during the years barbershops have changed loosing the flavor of yore. Moments of relax, which change in pleasure and fatally in a stain on the memory.

Farinik.

the shop
the shop
Porta Ticinese
Porta Ticinese
Colonne di San Lorenzo
Colonne di San Lorenzo
The new bild
The new bild
Mister Orazio and me
Mister Orazio and me